di Iacopo Barison

Arrivando al Creator, un nuovo ristorante situato al piano terra di un complesso per uffici nel centro di San Francisco, in Folsom Street, sembra di entrare in una rivista di interior design. Tavoli in legno eleganti, con alti sgabelli bianchi perfettamente allineati, una libreria stracolma e lampadari moderni a fare da contorno. Dall'altro lato, invece, due grandi macchine, ciascuna delle dimensioni di una piccola automobile, formano un angolo di 90 gradi, dando all'intero spazio un'estetica retrò-futurista. È come avrebbero immaginato i ristoranti in Ritorno al Futuro.

Quelle due macchine, con involucri di vetro trasparente e vari ingredienti inseriti in tubi cilindrici, sono in realtà gli chef del Creator. Ogni dispositivo contiene circa 350 sensori e 20 microcomputer per produrre gli hamburger più freschi e gustosi che si possano trovare a San Francisco. La macchina può prepararne di vari tipi, con combinazioni di sapori, ingredienti e condimenti molto diversi fra loro.

"Volevamo progettare un dispositivo che equiparasse la cucina di un robot a quella umana, fatta col cuore", ha detto il CEO Alex Vardakostas in un'intervista. “Il Creator, precedentemente noto come Momentum Machines, è uno dei nuovi tipi di ristoranti automatici che mescola il meglio del software in campo tecnologico, della robotica e delle capacità di intelligenza artificiale con competenze culinarie di alto livello. L'obiettivo”, conclude il CEO, “non è quello di automatizzare completamente gli umani, ma di robotizzare la porzione dell'esperienza di ristorazione che può essere fatta meglio, più velocemente e in modo più economico grazie alle macchine”.

E poi c’è la convenienza: i robot ben programmati possono servire il cibo più velocemente delle persone, mentre il touchscreen e l'ordine via app riducono le lunghe code e le goffe interazioni con i cassieri. Certo, è facile lasciarsi influenzare e pensare che tutto ciò potrebbe andare terribilmente male e tradursi in uno scenario fatto di hamburger robotizzati e disoccupazione. Ma è molto più probabile che il futuro dei robot nei ristoranti sarà brillante e positivo, visto che affiancheranno gli esseri umani, facilitando loro la vita, senza essere dei sostituti.