Dalle origini al domani. La sesta edizione di Audi City Lab si prepara a essere memorabile. Si tratta di un'occasione importante per approfondire diverse tematiche relative al ruolo che la tecnologia ha nelle nostre vite. Un'esperienza che unisce il lusso e la libertà di riappropriarci del nostro tempo, il bene più prezioso che abbiamo. Audi City Lab rappresenta dunque un momento di riflessione e di dialogo sui nuovi paradigmi dell'interazione tra uomo e tecnologia. E lo fa partendo dalle origini del significato autentico dei quattro anelli, simbolo da sempre di Audi. I quattro anelli incarnano, infatti, la fusione delle quattro “anime” di Audi, ovvero le quattro aziende che si sono unite nel 1932. Da allora a oggi, sono anche diventati sinonimo di tecnologia, innovazione, design, esperienza di guida. Durante l'evento, i partecipanti avranno la possibilità di ammirare, all'interno di cinque aree-piscina nella corte di Audi City Lab, alcune punte di diamante della Casa dei quattro anelli come la nuova Audi A6 berlina in anteprima nazionale, Audi A7 Sportback, Audi A8 e Audi Aicon, vere incarnazioni di una nuova idea di avanguardia. Ma ciò che accadrà ad Audi City Lab stupirà tutti anche per un'altra ragione. A partire dai primi quattro, si svelerà l'esistenza di un quinto anello.

 

Il Quinto Elemento, la quintessenza di Audi.  Per la prima volta nella sua storia, la Casa dei quattro anelli farà dunque riferimento all’esistenza di un quinto anello: l’anima evolutiva della filosofia costruttiva e tecnica e del mind set Audi. La cornice dell'evento Audi City Lab sarà dunque il contesto in cui presentare il quinto anello incarnato nell'installazione Fifth Ring. Una rappresentazione simbolica e scenografica dell'anello di congiunzione tra il presente e il futuro della mobilità. Il Quinto Elemento delinea da sempre l'etere, la sostanza dalla quale tutte le cose prendono vita. Non ha forma, non può essere descritto né quantificato: è la quintessenza, l'intuizione, l'energia e la forza vitale che tiene uniti i mondi.

 

Fifth Ring. Intuizione, intelligenza, energia. Nata da un progetto dello studio cinese Mad Architects (Ma Yansong, Dang Qun, Yosuke Hayano, Andrea D’Antrassi partner associato) con l'intenzione di creare uno spazio emozionale evocativo, l'installazione Fifth Ring raffigura un cerchio sospeso. È il quinto anello, simbolo della tensione all'evoluzione, al progresso e alla ricerca tanto costante quanto irraggiungibile della perfezione. Inarrivabile proprio come il cerchio sospeso che si può vedere e mai afferrare. Ciò che più colpisce, inoltre, è che l'anello sia composto di luce circolare e sospeso su una superficie d’acqua riflettente. Queste presenze si incastonano con grazia nel contesto immacolato del palazzo cinquecentesco di Corso Venezia, restituendo al luogo un’atmosfera legata alla natura. Il Ring of Light, oltre al motivo del cerchio presente nel logo Audi, richiama anche le cupole delle antiche chiese. Ancorato con fili d’acciaio ai quattro angoli del palazzo storico che circonda la corte quadrata e fluttuante sulla pool area, l'anello stimola un gioco di riflessioni intrecciate al dialogo con le mutevoli sembianze del cielo.

  • ChiostroDay2.jpg
  • CortineleDroneNight.jpg
  • CortileDrone.jpg

Motore verso il futuro. Fifth Ring parla di futuro e ne simboleggia il motore, quello che idealmente muove ogni modello Audi. Il visitatore si troverà dunque immerso in un ambiente futuribile, illuminato da uno specchio d'acqua sovrastato appunto dall’anello di luce. In questo contesto emerge ancora una volta uno dei valori fondamentali di Audi: l'idea del tempo. Un tempo finalmente "libero" dalle sue metriche che, nel concept dell'installazione, prende la forma di un inaspettato effetto nebulizzante sorretto da un sound design controllato da un algoritmo. Anche in questo caso, la tecnologia si fonde con la natura profonda dell'uomo perché l'algoritmo è capace di trasformare le vibrazioni generate dalle persone all'interno della corte in sottofondo musicale. A esprimere il senso dell'evoluzione tecnologica del brand sarà infine la presenza del prototipo Aicon che ridisegna l'idea stessa di lusso e mobilità. Aicon è, infatti, il prototipo che, per eccellenza, restituisce e libera il tempo di chi lo guida. Tempo invisibile e smaterializzato, capace di offrire l'effetto di una nuova user experience. In sostanza, il progetto Fifth Ring si ispira letteralmente al DNA di Audi, unendo visione ed evoluzione tecnologica. E a rendere l'esperienza totalizzante e trasformativa sarà la sua collocazione proprio all'interno della Milan Design Week.

7314_AiconLat.jpg

Milan Design Week e Audi City Lab, l'unione fa le idee. La settimana del design a Milano è da sempre il luogo in cui le intuizioni più innovative riconfigurano gli spazi fisici e ideali in cui abitiamo. In questo contesto, Audi City Lab contribuisce al dibattito del Fuori Salone con la sua vocazione all’innovazione e dando luogo al proprio evento immersivo nello straordinario scenario dell’ex Seminario Arcivescovile di Milano. Audi City Lab si traduce ogni anno in un laboratorio di idee e di incontri, oltre che una importante piattaforma di visibilità e comunicazione e rientra nelle attività del FuoriSalone organizzate in collaborazione con la rivista Interni, di cui Audi è, per questo ambito, main partner e co-producer.

Quest'anno Ideas drive the future, la serata anima dell’Audi City Lab prevista per il 18 aprile, vedrà in primo piano ospiti di rilievo del mondo del design, dell’architettura, della moda, dei media e delle istituzioni.

  • Talk5.jpg
  • Show1.jpg

 

Audi City Lab - Ideas drive the future.

Fino al 22 aprile 2018 - dalle 10:00 alle 00:00 - Corso Venezia 11, Milano.