Era nell'aria da anni. Ora è diventata una strategia ufficiale. Google ha annunciato che «sta reinventando» tutti suoi prodotti con l'intelligenza artificiale: dallo storico motore di ricerca alle indicazioni di Google Maps, passando per le frontiere di realtà aumentata e dell'assistente Google (Google Assistant) già in uso su 100 milioni di dispositivi. Nelle parole di Sundar Pichai, amministratore delegato di Big G, l'azienda si è solo fissata il più elementare degli obiettivi: semplificare le operazioni degli utenti che gravitano sulle sue piattaforme, dai 2 miliardi di dispositivi raggiunti dal sistema operativo Android al miliardo di visualizzazioni registrate da Youtube. «Stiamo ripensando tutti i nostri prodotti e utilizziamo l'intelligenza artificiale per risolvere i problemi degli utenti – ha detto Pichai - Facciamo questo con tutti i nostri prodotti». L'ultima novità del gigante di Mountain View è Google Lens, un'applicazione di ricerca immagini che sarà integrata in Assistant e Google Foto. Grazie a un incrocio tra le tecnologie di realtà aumentata e intelligenza artificiale, “Lens” permetterà di individuare dettagli sempre più precisi nelle foto scattate da dispositivi.