Il lavoro di ricercatore che svolgo al Politecnico richiede sempre di pensare oltre gli schemi ed immaginare nuove strade. Penso che non si inventi mai nulla di completamente nuovo da soli, ma che le vere idee innovative nascano dal pensiero “laterale” e da una “Cross Cultural Fertilization” tra diverse competenze in ambiti apparentemente differenti.

Serve ricerca e serve innovazione, e per farle bene entrambe bisogna conoscerne le differenze e le specificità. Nella ricerca abbiamo il compito di esplorare nuovi percorsi, pensare il non pensato, creare conoscenza. Serve passione e dedizione. Deve essere un processo creativo, a volte un po’ erratico o anarchico, divergente, ma sempre rigoroso, focalizzato. L'Innovazione è una scelta, per la quale ci vuole anche il coraggio di dire no alle idee -anche alle nostre- che si rivelassero inefficaci, immature o non pertinenti. Come ha detto Steve Jobs: “We have to say no to thousands of ideas so we can say yes to one really great one”.