Nella corsa di Microsoft alle tecnologie di intelligenza artificiale non poteva mancare un ingrediente: le startup. Il gigante di Redmond ha annunciato il lancio di un programma per neoimprese nel settore che avrà sede a Station F, un campus innovativo inaugurato a Parigi dal magnate svizzero Xavier Niel con il supporto di aziende internazionali, soprattutto dell' Ict. L'intenzione di Microsoft è di “allevare” un centinaio di startup che sviluppino soluzioni nelle varie branche del settore, anche se al momento sono esclusi investimenti diretti. La prima a fare il suo debutto nel programma sarà Recast.ai, un'azienda parigina che si occupa di piattaforma di Ai per i chatbot: le app conversazionali che sono divenute uno dei terreni di ricerca più battuti dai grandi gruppi corporate, a giudicare dalla mole di investimenti messi sul piatto per spingere sull'ampliamento della propria gamma di prodotti.
Il colosso cofondato da Bill Gates non è nuovo a iniziative, e finanziamenti, rivolti al «mercato parallelo» delle imprese più giovani. È già operativo da anni Microsoft Ventures, un fondo venture capital che seleziona e sostiene startup attive nei business decisivi per la multinazionale.