di Mattia Nesto

 

Anche se talvolta nel nostro Paese vi sono istituti scolastici che sembrano essere usciti pari pari dal libro Cuore di De Amicis, in giro per il mondo si sprecano ormai esempi di scuole non soltanto al passo con i tempi ma che si distinguono per la loro natura di vere e proprie eccellenze tecnologiche. BusinessInsider.com a questo proposito ha stilato una classifica delle quattordici scuole tecnologicamente più avanzate: un giro del mondo attraverso istituti che si avvicinano ai modelli ideali, rappresentati dalla mitica scuola di Amsterdam, frequentata da Steve Jobs, oppure dall’esclusiva  Egalia School a Stoccolma, in Svezia.

A Seattle sorge la Summit Sierra, uno scuola pensata per valorizzare le qualità personali dello studente. Ogni giorno infatti i circa 200 alunni seguono precisi calendari di lavoro: 30 minuti di problem-solving, quindi corsi online, poi 30 minuti di riposo e quindi colloqui con i tutor per analizzare i propri obbiettivi nella vita, senza dimenticare l’incontro con i compagni negli spazi dedicati alla “Comunità Tempo”. All’Ørestad Gymnasium di Copenhagen invece l’edificio si segnala già per la sua architettura, essendo un colossale e magnifico 'cubo', un luogo aperto dove gli studenti possono socializzare e scambiarsi idee ed esperienze.

A Rhode Island si raggiungono eccellenti risultati nella cosiddetta alternanza scuola-lavoro, andando a implementare e ampliare le naturali passioni che ogni ragazzo ha a scopo lavorativo. L’Egalia Pre-school invece è un tipo di scuola molto particolare, in cui la missione principale è azzerare ogni possibile differenza. Per questo motivo invece di 'lui' o 'lei', i bambini vengono chiamati con un generico 'loro', così da evitare ogni tipo di discriminazione. Se l’AltSchool a San Francisco è la 'scuola della Silicon Valley', dove si cresce la futura classe dirigente delle aziende tecnologicamente più avanzate del mondo, in Cambogia, nel villaggio di Sra Pou, la costruzione di una comunità coesa viene prima di tutto, così come presso l’istituto peruviano di Innova. Vero e proprio caso limite è poi la Scuola di Brightworks di San Francisco, dove si ribalta lo schema educativo e ai bambini vengono insegnate (o comunque vengono permesse) attività che generalmente i genitori vietano.

Ad Aiken, in Ohio, alla Carpe Diem si studia sul campo il lavoro di ufficio mentre alla Scuola Blu di New York si va a lezione di compassione e di sentimenti. Ma forse gli esempi più suggestivi sono la Samaschool di San Francisco, dedicata agli studenti “meno giovani” e ideale per recuperare gli anni persi, e la formidabile THINK Global School, un progetto che si sviluppa su più località nel mondo per costruire un metodo didattico globale.