di Valentina Della Seta

In cucina il futuro si esprime al meglio, con piccole e grandi innovazioni che cambiano la vita e proteggono l’ambiente. Ma quali sono le novità più interessanti presentate a Las Vegas alla fiera CES (acronimo per Consumer electronic show) del 2017? A distinguersi sono stati i frigoriferi parlanti, i microonde innovativi con cui cucinare direttamente a tavola, e le macchine per il compostaggio domestico. Come il Whirlpool Zera Home Recycler, che facilita il compostaggio domestico eliminando odori e sporcizia. Nello Zera, che ha vinto il premio come miglior innovazione dell’anno, è possibile inserire tutti i tipi di avanzi, compresi quelli di carne e latticini, di solito inutilizzabili nel compostaggio tradizionale. Nel giro di 24 ore, tutti gli avanzi saranno trasformati in fertilizzante. In pratica sarà possibile riciclare circa il 95 per cento dello scarto organico.

È pensando invece al risparmio di energia e acqua che Panasonic ha presentato il Flat-Top Cooker, che porta la preparazione dei pasti a un nuovo livello di velocità e semplicità. Utilizzando la tecnologia a microonde, sarà possibile prepararsi cibi già pronti, sia caldi che freddi, direttamente a tavola e nel piatto, senza utilizzare scodelle o tegami.

Ma prima ancora del risparmio e della velocità in cucina, i consumatori hanno a cuore la propria salute. Il FoodMarble’s AIRE, collegato a un’app, si utilizza come analizzatore portatile di gas nel respiro, e può identificare i cibi che potrebbero scatenare reazioni di intolleranza. Per usarlo basta soffiarci dentro a stomaco vuoto, così da permettergli di analizzare i FODMAP, un tipo di carboidrati che possono dare fastidio a chi è predisposto. Secondo un sistema studiato da AIRE è possibile poi identificare e classificare uno per uno i cibi da evitare.

Se invece parliamo di applicazioni per contare le calorie, ce ne sono già molte sul mercato, ma il problema spesso è il database dei cibi, che contiene dati inesatti. I creatori di una delle app più famose, Lose It!, hanno presentato ora Snap It, che utilizza la fotocamera dello smartphone e il riconoscimento avanzato delle immagini per calcolare le calorie di una porzione di cibo in pochi secondi.