L'intelligenza artificiale dominerà la quindicesima edizione di Bergamo Scienza, un festival di divulgazione scientifica in corso fino al 15 ottobre nella città orobica. I temi sul tavolo? Dal valore educativo delle tecnologie a dubbi etici che si accompagnano all'innovazione. Gli eventi principali sono tre. L'8 ottobre Pier Luca Lanzi, docente di ingegneria Informatica al Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, dedicherà un incontro («Intelligenza Artificiale e videogiochi: avversaria o compagna di avventure?») al mondo dei videogame e al potenziale didattico e riabilitativo che si “nasconde” dietro alla funzioni più ludiche. Il 9 ottobre Rob Fergus, docente di scienze informatiche alla University of New York, parlerà dell'applicazione dell'Ia nell'universo dei social network, da Facebook alle nuove piattaforme che velocizzano la comunicazione tra gli utenti. Il 14 ottobre Luciano Floridi, filosofo italiano in cattedra all'Oxford Internet Institute, parlerà della «Etica dell'intelligenza artificiale», indagando le questioni morali e intellettive che si pongono con l'applicazione di tecnologie di artificial intelligence nella società contemporanea.