Hai voglia a parlare di rivoluzione elettrica. Prima o poi arriverà di certo, ma i tempi non sembrano essere ancora maturi. Negli Stati Uniti e in Cina qualcosa sembra muoversi ma l'Europa rimane ancorata al dato, abbastanza modesto, dei primi nove mesi dell'anno: solo l'1,2% del totale di immatricolazioni nel vecchio continente ha riguardato veicoli a batteria.

In attesa di tempi migliori, dunque, meglio guardare alle tecnologie esistenti, per tutelare l'ambiente. Nella fattispecie, cosa c'è di meglio del gas naturale? Sì, quelle auto a metano di cui in Italia per certi versi siamo stati dei precursori nell'uso, rispetto al resto d'Europa. Il metano è un gas efficiente con un impatto quasi zero sull'ambiente, siamo già nella sfera dell’intelligenza sostenibile, come scelta senza compromessi tra prestazioni e reale impatto ambientale e come tale una scelta premium. A questo punto il gioco è fatto.

Se poi oltre che sul metano si punta sull'e-gas, come fa Audi, è pure meglio. Di cosa si tratta? Di un gas combustibile ecologico che la casa di Ingolstadt produce in Germania, ma anche in altri paesi europei, secondo un procedimento originale: l'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili o biomasse (tra cui, ad esempio, paglia o erba falciata) alimenta apparecchi per l'elettrolisi che scindono l'acqua in ossigeno e idrogeno.

Durante la metanizzazione l'idrogeno reagisce con l'anidride carbonica, e si ottiene così quella sorta di metano "sintetico" denominato per l'appunto Audi e-gas: chimicamente pressoché identico a quello naturale. E' per questo che in una fase successiva viene immesso nella rete di distribuzione europea.

Vantaggi rispetto al metano d'ordinanza? Soprattutto quello che, considerando il bilancio ambientale tra produzione e impiego su strada dell'auto, si risparmia all'atmosfera l'80% delle emissioni di anidride carbonica. Il che non è poco, se parliamo di ecosostenibilità.

Se invece ci rivolgiamo ai clienti Audi che scelgono una vettura della gamma G-Tron (A3 Sportback, A4 Avant e A5 Sportback), va detto che potranno avere di serie per tre anni l'utilizzo dell'e-gas per le proprie vetture a un prezzo identico a quello del metano nrmale. Sarà possibile rifornirsi presso qualsiasi distributore: Audi garantisce la relativa riduzione di anidride carbonica, fornendo alla rete lo stesso quantitativo di e-gas corrispondente al pieno effettuato. Non seve più nemmeno una carta carburante, perché l'ammontare viene calcolato automaticamente sulla base di quanto rilevato dai dati service dell’auto. Una bella idea, insomma, per inquinare meno.