di Roberta Vasta

Haptic Architects, uno studio di architettura con sede a Londra e a Oslo, ha progettato un aquario da 10.000 metri quadrati sul litorale della capitale norvegese a ridosso dei fiordi. L’edificio sarà circondato da passerelle dalle quali sarà possibile dare un’occhiata fugace all’interno dell’attrazione. Inoltre, la struttura sarà caratterizzata da un tetto curvo che diventerà uno spazio pubblico accessibile a tutti.

L’aquario verrà costruito nella località di Fornebu, all’interno del comune di Bærum, un’area che ha ospitato, in passato, il principale aeroporto di Oslo.

“Il mare ha gettato le basi per il benessere di cui la Norvegia gode oggigiorno e ci ha forgiati come norvegesi” ha detto l’imprenditore edile Olav Selvaag in un comunicato stampa della compagnia.

“Non saremmo esistiti senza il mare. Nonostante ciò, non abbiamo un acquario nazionale. Adesso abbiamo una grande opportunità. La nostra intenzione è di creare un fantastico acquario che diventi una delle principali e più belle attrazioni del paese, ma che sia anche un centro per la ricerca e la cultura. Questo sarà l’acquario nazionale norvegese”.

Il progetto ha una grandezza simile al Den Bla Planet di Copenhagen, in Danimarca, che è stato progettato da 3XN ed è costato circa 85 milioni di euro.L’apertura è prevista per il 2023 e si prospetta che l’acquario da 7 milioni di litri d’acqua attrarrà centinaia di migliaia di visitatori l’anno. L’edificio sarà “un gioiello architettonico e sarà costruito con una tale qualità da riuscire a rendere Bærum e la Norvegia una destinazione turistica di punta” ha detto Selvaag.

Lisbeth Hammer Krog, Presidente del Consiglio di Bearum, ha mostrato tutto il suo supporto al progetto: “La location è giusta per una struttura di questo tipo e calza a pennello con i nostri piani per rendere Fornebu fantastica”. La sua posizione è ideale, vicina alla stazione metro di imminente costruzione e proprio accanto al molo dei traghetti veloci”.