di Valerio Millefoglie

“Lago di Tahoe, fredde acque di montagna, non nuotarci mai. Rimani sul bordo a guardare, potresti vedere una donna laggiù. Dicono che alcuni giorni riemerga, viene fuori come dal nulla. Indossa un abito vittoriano. Stava chiamando il suo animale domestico, Fiocco di neve, Fiocco di neve e come una nuvola è annegata nel lago”. Sono i primi versi della canzone Lake Tahoe di Kate Bush, contenuta nel concept album 50 Words For Snow dedicato al tema della neve. Dylan Silver, invece, è un giornalista e fotografo freelance che dopo aver navigato a bordo di una piccola imbarcazione fra le isole remote dall’Indonesia, e dopo aver scalato le montagne innevate della Sierra Nevada, ha preso casa in California, nella regione del lago Tahoe. I suoi lavori sono stati pubblicati su Taohe Magazine, Tahoe Daily Tribune e Tahoe Quarterly Magazine. Insomma, se c’è qualcuno che conosce il lago è lui. E forse anche per questo è tra i vincitori dell’InNEVenture Fund, un finanziamento di 100.00 dollari per le idee innovative e le nuove imprese a sostegno di studenti, neolaureati e personale dell’Università del Nevada. Dylan Silver infatti si è laureato nella primavera del 2017 alla Reynolds School of Journalism, e ha partecipato al bando con Tahoe Clarity, un progetto fotografico subacqueo per mappare uno dei laghi più spettacolari del mondo.

L’intento non è solo artistico: secondo il suo autore questa documentazione, che lui ha avviato già nel 2016, aiuterà a sensibilizzare le persone sull’impatto ambientale dell’uomo sulla natura, e a ridurlo. L’esplorazione fotografica è suddivisa in diverse categorie: onde, rocce marine, sabbia, detriti, persone e visioni a pelo d’acqua, tra fondo e superficie. Le onde del lago sono ritratte in modo materico, immortalate in una posa plastica mentre sfidano la gravità e spiccano il volo, o mentre si riversano su di sé, creando un vortice nell’aria, fuori dal lago. In alcuni casi creano dei disegni che sembrano dar vita a un animale acquatico. I detriti portano campioni dal mondo di sopra: un guanto azzurro, un binario del treno, una corda, un tubo di plastica, un bastone color ruggine. Una donna si tuffa creando con il suo movimento degli hoola-hoop di acqua, dei cerchi concentrici che rimangono impressionati nell’immagine.

Mridul Gautam, presidente della Nevada Research and Innovation Corporation, ha dichiarato che l’InNEVentur Fund “incoraggia la commercializzazione, rimuovendo l’ostacolo al finanziamento e fornendo sostegno a un prodotto, a un servizio o a un’attività di successo”. E i responsabili del fondo si dicono molto sorpresi sia dal numero di partecipanti che dalla diversità delle aziende e dell’innovazione: dagli strumenti musicali alla nanotecnologia. Sino alle foto nel lago cantato da Kate Bush.