di Gianmaria Raimo

Presenze di gas letali all'interno di ambienti chiusi. Accidenti di qualsiasi genere che possono accadere a chi lavora da solo. Da domani potranno non essere più un problema, grazie a Blackline Safety G7c. Si tratta di un apparecchio, della grandezza di un piccolo telefono, che rileva la presenza di gas anomali nell'ambiente, e monitora i movimenti di chi lo porta con sé, facendo scattare l'allarme appena c'è qualcosa di anomalo. Il prodotto ha vinto il prestigioso premio OH&S nella categoria IoT, cioè internet delle cose.

La Blackline Safety è un'azienda che lavora da anni nel settore della sicurezza per la grande industria. L'obiettivo è rendere quanto più possibile esente da rischio il lavoro di operai specializzati che operano in condizioni potenzialmente pericolose. L'idea di G7c è legata quindi alla efficacia nell'individuare la situazione pericolosa e prevenire il conseguente danno: rilevare la presenza di sostanze, ma anche anomalie nel comportamento del cosiddetto lone worker, come ad esempio una prolungata immobilità.

Gli elementi che identificano il valore aggiunto del dispositivo consistono nella facilità di utilizzo e nell'immediatezza della comunicazione con la centrale operativa che gestisce gli allarmi nelle grandi industrie: il piccolo G7c è dotato di microfono e ricevente, non necessita di wi-fi e altre infrastrutture per essere installato e utilizzato. Una tecnologia del futuro al servizio dell'uomo del presente: lo scenario che tutti auspichiamo.