Da Intesa Sanpaolo ai Lloyd’s of London, da Forrester a Fastweb, da Prometeia a 3M Italia e Generali. Sono solo alcuni dei nomi sfilati al "Cogito AI day", la conferenza organizzata da Expert System e dedicata allo stadio di avanzamento dell'Artificial Intelligence. Dai mercati internazionali a quello italiano. «L’argomento è certamente sul tavolo e l’impatto dell’AI nel prossimo futuro sarà ancora più determinante – sostiene Stefano Spaggiari, amministratore delegato di Expert System - L’Artificial intelligence consente infatti alle aziende di superare la gestione puramente ’numerica’ dei dati, aggiungendo la capacità di comprendere e gestire le informazioni per ricavarne il massimo valore di business». Dopo la fase di raccolta delle informazioni, però, arriva un momento (ancora) più decisivo: trasformare i dati raccolti in indizi utili per potenziare il proprio business, ricavando insight preziosi per anticipare la concorrenza. «L'attuale tasso di crescita nell’adozione della tecnologia AI è paragonabile a uno tsunami - ha detto Boris Evelson,  Principal Analyst di Forrester Research - Con un aumento nel numero di aziende che implementano la tecnologia in crescita del 27% tra il 2016 e il 2017».