di Caterina Vasaturo

È tra le infrastrutture più trafficate al mondo e non può restare inerme di fronte alle sfide lanciate dalla mobilità moderna. Ecco, dunque, che l’area aeroportuale risponde alla rivoluzione in atto grazie alla Thyssenkrupp, pronta a incrementarne i parametri di accessibilità e funzionalità. La compagnia tedesca ci prova fornendo anzitutto una doverosa assistenza non solo ad anziani e disabili, ma spalancando le porte a tutti i passeggeri. E riesce nell’intento ricorrendo alla tecnologia. Così, gli scali di Dubai, Toronto, Istanbul e Rio de Janeiro - solo per citarne alcuni - si riempiono di avanguardistici ascensori senza funi, come MULTI, in grado di muoversi orizzontalmente e verticalmente e progettato per far viaggiare in loop più cabine nello stesso vano, raddoppiando la capacità di trasporto e dimezzando il consumo energetico.

Ma i milioni di utenti si servono anche di tappeti e scale mobili, e raggiungono, rapidamente, i ponti d’imbarco tramite un sistema di collegamento automatizzato, che consente una misurazione precisa delle distanze e riduce al minimo i danni al velivolo durante l’attracco. I clienti possono, quindi, dire addio alle noiose attese di autobus e navette, e arrivare al gate evitando di perdersi tra il caos dei viaggiatori.

In più, il tempo di sosta a terra, necessario per il rifornimento del carburante, la salita a bordo del catering e il carico di bagagli, è ridimensionato del 20%. “Ad accomunare le varie soluzioni sono l’alta affidabilità e la qualità delle apparecchiature e delle prestazioni complessive”, spiega Inge Delobelle, CEO di Thyssenkrupp Access Solutions, “oltre a una progettazione e un’ottimizzazione degli impianti che non trascurano l’estetica”. Dall’illuminazione alla scelta del vetro e del colore della pavimentazione, ogni elemento risponde a un requisito pratico ed è armonicamente integrato nella struttura ospitante. Il principale driver del cambiamento è, tuttavia, la digitalizzazione. Negli ultimi anni, l’industria aeronautica ha compiuto passi da gigante nell’adozione di dispositivi elettronici, e grandi sono i vantaggi per ogni turista. I collegamenti telematici accelerano, infatti, gli arrivi e l’identificazione ai punti di controllo, migliorano i servizi di localizzazione attraverso app o software di monitoraggio, e gestiscono efficacemente i flussi dei visitatori. Integrare simili soluzioni significa semplificare la coordinazione, limitare l’errore umano, garantire maggiori profitti agli operatori e sicurezza agli amanti del viaggio. Gli effetti positivi della modernizzazione sono ben visibili e destinati a cambiare il mondo dell’aviazione che oggi conosciamo.