di Egidio Liberti

Audi sarà il primo costruttore tedesco di automobili a correre in Formula E, il campionato mondiale riservato alle monoposto elettriche. La Casa dei quattro anelli sostituirà infatti l’attuale partner ABT Sportsline sulla griglia di partenza dalla stagione 2017-2018, al via il prossimo 2 dicembre a Hong Kong, accendendo i riflettori sul nuovo team Audi Sport ABT Schaeffler.

L’annuncio era stato fatto già nel 2016, ma ora è ufficiale. ”In qualità di membri fondatori, siamo orgogliosi di poter scrivere una nuova pagina nella storia del motorsport”, ha commentato Hans-Jürgen Abt, proprietario del team. “Nell’arco di pochi anni la Formula E ha vissuto uno sviluppo tale per cui una squadra non si può più ritenere competitiva se non con il supporto di un costruttore di automobili”. Per la stagione 2016/2017 Audi ha intensificato la sua partnership attraverso un maggiore sostegno tecnico e finanziario: ora, l’ultimo passo è stato compiuto, attraverso il massimo impegno da parte del brand. Audi scende quindi direttamente in campo. Subentra al team neolaureato campione ?del mondo che ha portato il nome di Audi sin dalla stagione inaugurale di Formula E, dal 2014 fino a oggi, insieme al pilota ufficiale Lucas di Grassi, vincitore del titolo lo scorso mese di luglio.

La casa di Ingolstadt conferma così il proprio interesse per tutto quello che riguarda il comparto elettrico automotive, puntando su virtù che andranno a sommarsi all’esperienza maturata in pista. Un passo quasi obbligato per il marchio che ha trasformato il proprio manifesto tecnologico in un pilastro nella costruzione della sua fama, attraverso le stagioni delle vittorie alla 24 Ore di Le Mans.

La squadra di Allgäu ha finora sempre potuto contare sul Competence Center Motorsport Audi di Neuburg. “Nei mesi recenti abbiamo supportato l’impegno in Formula E con crescente intensità: durante le gare, nello sviluppo del nuovo motore e in numerose attività fuori pista”, racconta Peter Mertens, membro del board di Audi AG e responsabile per lo sviluppo tecnico. “Il fatto che Audi sarà la prima casa tedesca di automobili a far parte attivamente del campionato racing è anche un segno evidente dell’impegno del nostro brand nei confronti della mobilità elettrica, sia sul tracciato di gara, sia sulle strade, grazie all’introduzione della nuova Audi e-tron”.

Con il supporto di Schaeffler, ufficiale partner tecnologico, Audi sta sviluppando un nuovo motore, con la previsione di installarlo sulle vetture della prossima stagione. Al momento, l’autonomia di intervento concessa a tutti i produttori in Formula E è limitata al motore, alla trasmissione, ai componenti di sospensioni e al software. “Abbiamo già completato con successo i test con i nuovi componenti in Spagna e a Neuburg; il nostro progetto è in fase di esecuzione”, conferma Dieter Gass, numero uno di Audi Motorsport. “La competitività nella Formula E tra produttori, team e piloti è altissima, e questo rende lo sviluppo dei dettagli ancora più impegnativo. Il nostro obiettivo è dominare le gare in programma, quindi ci aspettiamo un campionato ricco di emozioni: sono fiero del fatto che sia stato tutto preparato al meglio per accogliere un futuro di successi”.