di Caterina Vasaturo

Conquistare il territorio. Avanzare a più riprese sulle linee di yards. Raggiungere il punto di meta nella zona avversaria. Posizionarvi la palla e mettere a segno il colpo decisivo del touchdown. Il football americano è lo sport di squadra che più accende gli animi dei tifosi statunitensi. Ma cosa accade quando l’innovazione scende in campo? Inevitabilmente, lo spettacolo diventa ancora più emozionante. Ne è prova la tecnologia Zebra, soluzione scelta dalla National Football League, per sorvegliare e analizzare da vicino i giocatori.

L’invisibile tecnologia, nascosta all’interno dei paraspalle dei football players, consente di scandagliare ogni singola sfumatura di un’azione. Servendosi di raffinati microchip, prima cattura tutti i dati relativi a velocità, distanza percorsa, accelerazione e decelerazione, posizione e cambi di direzione, poi li invia ai server tramite onde radio. Due i sensori in funzione, piccoli e leggeri, capaci di emettere quindici segnali al secondo ai ricevitori installati nello stadio. Le informazioni sono, poi, date in pasto al sistema grafico, che in tempo reale mostra in sovraimpressione i dati elaborati.

Mentre il segnale di un semplice GPS ha una precisione di circa tre metri, Zebra arriva fino a quindici centimetri e si rivela di grande utilità in uno sport come il football americano, basato sul contatto fisico. Il dispositivo permette, infatti, di differenziare i giocatori all’interno del mucchio in modo estremamente dettagliato, fornendo precise coordinate cartesiane della loro posizione sul campo. Dati dal valore preziosissimo tanto per i fan, che possono assistere dal vivo a prestazioni mozzafiato anche attraverso l’app NFL disponibile sulla console Xbox, quanto per i mister e i manager, che hanno la possibilità di valutare il rendimento di un atleta o di un’intera squadra. Il tutto consente di personalizzare gli allenamenti, verificare i progressi, gestire al meglio gli sforzi dei giocatori e ridurre al minimo il rischio di lesioni. Grazie alla tecnologia Bluetooth, i tag RFID di Zebra possono essere utilizzati anche per monitorare la frequenza cardiaca o per misurare il livello d’idratazione. Pronti a gustare lo spettacolo delle partite di football in versione integrale?