di Raffaella Beltrami

CLASS NOVEMBRE 2014, Italia

Sandro Gonnella, il sarto degli occhiali, ha 38 anni ed è nato a Perugia. E visiting professor allo Ied Milano e docente all'Accademia di belle arti di Perugia. Nel 2006 ha fondato il brand Ozona. Nel 2010 ottiene una menzione a «Who is on Next?» a Pitti Uomo per la vocazione artigiana.

Occhiali fatti a mano, cuciti in modo sartoriale sul volto del cliente. È l'artigianato innovativo di Sandro Gonnella. Imprenditore e designer, nel suo laboratorio-boutique nel centro di Perugia realizza con il marchio Ozona pezzi unici, esclusivi e personali per committenti di tutto il mondo: un mestiere che si è inventato fondendo la più antica tradizione manifatturiera alle più moderne tecnologie. Tanto che Samsung, nell'ambito della nuova piattaforma digitale Samsung Maestros Academy (maestrosacademy-at-ied.it), l'ha scelto come uno dei suoi cinque docenti. Insieme con professionisti quali Alessandro Siniscalchi, le cui camicie accompagnano quotidianamente uomini d'affari e imprenditori, e Giovanni Pelízzoli, che ha costruito oltre 400 telai per biciclette, tra cui il primo in alluminio, Gonnella terrà un ciclo di video-lezioni per svelare ai giovani i segreti della propria professione tramandando un know-how che ha reso il frutto del suo lavoro un'eccellenza.

«Il mio mestiere me lo sono completamente inventato», chiosa Gonnella, «e Samsung mi ha dato l'opportunità di chiarire quel che faccio. Nel mondo dell'occhialeria c'è molta confusione: si parla di montature su misura o personalizzabili, ma in realtà, nella maggior parte dei casi, si tratta semplicemente di bacchette sostituibili».

PROGETTARE IN MODO SARTORIALE

Ben diverso, insomma, dal realizzare un occhiale da zero su idea del cliente: l'imprenditore di Perugia parte dalla conoscenza del committente che scaturisce dall'incontro di persona o tramite Skype. Una volta studiata la sua personalità, inizia la progettazione che trasforma le preferenze in rendering di vari modelli, che saranno sottoposti di persona o per maíl. Scelte un paio di soluzioni si continua a raffinarle finché non si raggiunge il modello definitivo, che viene mostrato al cliente con un fotomontaggio. «Io seguo tutto il processo dall'inizio fino alla realizzazione», spiega Gonnella, «disegno l'occhiale su carta, poi lo converto a computer in formato vettoriale affinché il pantografo possa procedere a sagomare le montature. Essenziale è il passaggio intermedio del prototipo, cosicché il cliente possa testare l'occhiale definitivo». E se la distanza impedisce di provarsi l'occhiale sul viso, Gonnella realizza fotomontaggi. È, infatti, grazie alle nuove tecnologie se il suo mestiere è diventato una realtà mondiale: le richieste arrivano dal Giappone, dagli Stati Uniti, dalla Francia, e Gonnella riesce a gestire a distanza tutto il processo, mantenendo un altissimo livello di sartorialità, «Solo due cose mi mancano: l'ologramma, per poter avere il mio cliente fisicamente in laboratorio anche quando si trova in Australia, e una stampante 3D sempre a disposizione dall'altra parte del pianeta, per eliminare anche la fase della spedizione del prototipo».

TRAMANDARE UN MESTIERE

Se qualche anno fa Gonnella avesse potuto apprendere questo mestiere da un artigiano digitale come lui, avrebbe sicuramente risparmiato molto tempo nell'individuazione della miglior tecnologia da applicare al suo lavoro. «Quando ho intrapreso la mia scelta imprenditoriale ho impiegato ben un anno per riuscire a realizzare il mio primo occhiale. Per questo sono convinto che tramandare il mio know-how sia una necessità assoluta. Oltre alle video-lezioni per la piattaforma di Samsung, insegno design industriale all'Accademia delle belle arti di Perugia e industrial fashion allo Ied di Milano, perché credo nella potenzialità dell'idea che l'artigianato come io lo interpreto sia il futuro per i giovani: ai miei studenti dico sempre di inventarsi un mestiere e realizzarlo da soli. Si fatica un po' di più, ma poi la soddisfazione per un percorso creativo e di qualità è impagabile».

di Raffaella Beltrami

CLASS NOVEMBRE 2014, Italia

Disponibile sul sito di Ozona