Da bravo skateboarder l'innovazione per me è il non accontentarsi mai ma cercare di migliorare. É un concetto applicabile a qualsiasi cosa: dagli oggetti al modo di vivere. Il mio background mi ha portato a pensarla così, la disciplina e le regole del football americano mixato con l'anarchia e lo street life dello skateboarding penso siano state le migliori cose che mi sono capitate.

Vent'anni fa insieme a degli amici ci siamo inventati la Bastard, company di abbigliamento nel mondo dello snowboard e skateboard, che ancora oggi è un vero e proprio punto di riferimento... sì perché senza un gruppo di amici scemi almeno quanto te è difficile portare avanti un progetto che agli occhi di tutti è fallimentare o addirittura impossibile.

Qualche anno dopo, sempre con amici, fondiamo quello che per 10 anni è stato il punto di ritrovo in rete per tutti gli skaters italiani. Sto parlando di skatemap.it un sito che mappa tutti gli spot dove è possibile skateare nel nostro paese diventando poi piattaforma per interagire con la community, era il 2000.

Un paio di anni fa, con un gruppo di lavoro molto ambizioso, abbiamo creato il concetto del The Jambo, un evento nella fiera di Bologna che coniugava il mondo degli action sport con la musica elettronica. Una tre giorni indimenticabile.

Durante tutti questi anni sono sempre stato attivo nel mondo degli eventi di action sport facendo da speaker a tutte le manifestazioni più importanti del nostro paese, non solo sul campo ma anche con programmi televisivi dove mi sono divertito un casino. Ho fatto Snowtribe su Videomusic: una sorta di Jackass molto prima di Jackass. Poi ho fatto un programma di cucina che si chiamava Rock a morsi molto prima che andassero di moda i cuochi in tv. Ho imparato ad autoprodurmi contenuti molto tempo fa per gioco ed ora mi sono specializzato nel farlo per lavoro.