«Da ragazzo navigavo su internet per svago, un giorno un virus si insinuò nel mio computer e non funzionava più.

Il fatto che qualcuno a distanza avesse il “potere” di bloccarmi, accese qualcosa nella mia testa.

Chiesi a mia madre di accompagnarmi in libreria e comprai 4-5 libroni di programmazione, questa scelta colpì molto la libraia che mi chiese: “Sei sicuro che vuoi comprare questi? Sono testi per studenti universitari…”.

Ho cominciato a sviluppare software da autodidatta quando avevo 9-10 anni perché ero attratto dal mondo dell'hacking, sono cresciuto come sviluppatore senza pensare al business semplicemente seguendo una passione che coltivavo notte e giorno.

Nel 2000 ho pubblicato il mio primo sito web ed al primo anno di scuola superiore ho creato il mio primo social network doppiad.com, che in tre mesi aveva raggiunto 2.100 iscritti senza nessuna pubblicità.

Era solo un progetto per esercitarmi a sviluppare, non ne avevo capito l’enorme potenziale.

Appassionato ai sistemi di sicurezza: a 17 anni ho partecipato al CTF (Capture The Flag), il campionato mondiale di hacking, organizzato da alcune università americane e sono arrivato terzo in Italia.

Durante le superiori lavoravo come freelance per 5 aziende di software, ed è stata la prima volta che ho sviluppato software per lavoro.

A 20 anni mentre frequentavo il corso di Ingegneria Informatica presso il Politecnico di Milano, ho aperto la mia prima società (Jc Studio Srl) una software house che mi ha permesso di arrivare a clienti importanti come: Varta, Siemens, Mondadori, Deagostini, Augusta Westland, ASL Lombardia, Lui Espresso Caffè, Radio Deejay, Zelig, BOL.IT, Termozeta etc.

A 23 anni ero stufo di fare software per terzi ed ho sentito l'esigenza di creare qualcosa di innovativo nel settore dei pagamenti, e così è nata Jusp.

Jusp è un'azienda giovane che vanta il primato di essere stata la prima al mondo ad avere inventato un Mobile POS Chip&Pin.

Ad oggi il Mobile POS di Jusp è il più piccolo al mondo ed il meno costoso, pur essendo un prodotto altamente innovativo e 100% made in Italy.

La mission di Jusp è di fornire al piccolo commerciante una piattaforma che semplifichi il suo lavoro quotidiano a 360°: vendita, gestione, marketing e pagamento.

Jusp vuole essere il partner ideale per chiunque voglia aprire un negozio, ma anche per chi già possiede un'attività e desideri ottimizzare la gestione: dal conto di pagamento al gestionale, passando per gli strumenti di analisi e di marketing al cliente.

Perchè Jusp è vantaggioso confronto ad un convenzionale POS:

1) La semplicità e la comodità di attivare il servizio da casa con il proprio computer, senza andare nella sede della propria banca dove fare la coda ed aspettare anche fino a 7 settimane per l’uscita di un tecnico e quindi dell’attivazione.

2) Durante la registrazione online il cliente inserisce l’IBAN del proprio conto corrente bancario già esistente ed il servizio accrediterà i soldi direttamente sul proprio conto corrente.

3) Abbatte i costi di attivazione. Non si paga come in banca 90/100 euro per l’attivazione del POS con l’uscita del tecnico ma basta scaricare l’app per poterlo usare.

4) Abbatte i costi fissi mensili. Le banche “affittano” il POS (comodato d’uso) per un costo che oscilla dai 10 ai 60 euro al mese mentre Jusp diventa di proprietà del cliente per un costo una volta sola di 49 euro.

5) Vantaggio tecnologico. Jusp funziona collegato a PC, tablet e smartphone offrendo al negoziante un gestionale prodotti/cassa ed altri comodi strumenti per la gestione del proprio business totalmente a costo zero.

L'unicità dell'azienda risiede anche nell'aver internalizzato fin dal principio l'intera catena del valore: progettazione e produzione di hardware, progettazione e messa in opera di software, vendita ed erogazione del servizio finanziario.

E' anche grazie a questo se abbiamo: ricevuto premi / certificazioni di livello internazionale, grossi clienti come assicurazioni ed importanti distributori come Fastweb che ha lanciato il Fast Pos con Jusp.

L'ambizione che ci anima è quella di dare il nostro contributo nel rappresentare l'eccellenza italiana, facendo quello che ci appassiona».

[Per saperne di più jusp.com](http://www.jusp.com)