di Caterina Vasaturo

Ancora pochi mesi e ogni centimetro di terra, cielo e mare potrà essere conquistato negli Stati Uniti d’America. Non pensate al peggio. Non è in atto nessuna occupazione militare. Si tratta di tutt’altro tipo di ‘invasione’. A dominare la scena saranno i motori, un’ampia gamma di automobili, motociclette, imbarcazioni e aeroplani. Ma il tutto avverrà su PC e sulle piattaforme PlayStation 4 e Xbox One. Il merito è di The Crew 2, sequel del rivoluzionario driving game, che il 16 marzo 2018 aprirà i battenti, per la gioia degli appassionati di racing.

I giocatori, sbizzarrendosi in piena libertà nell’esilarante open world, metteranno alla prova le proprie competenze. A bordo di veloci veicoli attraverseranno la Motornation, enorme circuito costruito appositamente per gareggiare, esplorando senza limiti l’intero territorio degli USA, e si sfideranno fino a diventare dei veri campioni. Rispetto al capitolo precedente – che vanta la bellezza di dodici milioni di fan - ci sono alcune innovazioni chiave, prima fra tutte il riferimento allo spirito vibrante del motorsport americano in ogni sua variante, dalle competizioni urbane a quelle off-road.

Gli spericolati piloti, amanti dello sterrato o del freestyle, si affrontano in percorsi al cardiopalma e, senza soluzione di continuità, attraverso la funzione “cambio rapido”, sostituiscono il mezzo selezionato con un solo comando. Basta, infatti, pigiare il tasto destro del joypad e l’ipercar si trasforma nella cloche di un agile aereo acrobatico o in un potente motoscafo. Il giocatore è al centro della propria avventura e può personalizzarla creativamente, navigando da una costa all’altra, attraversando edifici con scorciatoie, guidando sui tetti mozzafiato dei grattacieli, ammirando i riflessi delle luci notturne o la vegetazione lussureggiante che circonda i tracciati fuoripista. Ogni elemento è realizzato con una grafica assolutamente realistica, in linea con gli standard più elevati in termini di illuminazione, suono e definizione delle texture. Tutti i veicoli sono fedeli al 100% ai modelli esistenti e contraddistinti da una specifica firma e identità. Persino le nuvole o le onde del mare hanno volumetrie tridimensionali, i terreni desertici sono sagomati per consentire salti a due ruote, le rampe presentano una struttura atta a facilitare trucchi di velocità, e la pianificazione urbanistica non è convenzionale, ma misurata a ogni tipologia di corsa.

Ogni mezzo di trasporto è regolato in modo tale che la sua andatura sia quanto più possibile conforme all’originale. Inoltre, gli utenti hanno accesso a un set completo di strumenti per catturare i loro momenti migliori, grazie alle funzioni LiveApp, con cui registrano gli ultimi dieci minuti di azione e selezionano le parti salienti del video. La modalità multiplayer, infine, potenzia le interazioni e dà un ulteriore ritmo all’avventura di gioco. Il mondo di The Crew 2 è unico e imprevedibile, ricco di azioni che danno vita a una dimensione sempre più immersiva.