“Viaggia in un mondo in cui i robot hanno sogni e desideri”.

 

È una frase tratta dal film A.I. Intelligenza Artificiale di Steven Spielberg in cui il protagonista, che ha commosso tantissimi spettatori, è il piccolo David. Un bimbo di 11 anni alto 1,37 cm, che pesa 27, 22 kg e il cui “amore è reale ma lui non lo è”. Dal 2001, data di uscita del film, a oggi ne sono cambiate di cose nel mondo e lo scenario del film sembra sempre più reale. Secondo l’informatico Raymond Kurzweill, infatti, nel 2045 il progresso tecnologico affiancherà e addirittura supererà l’elemento umano. I robot sono già oggi parte integrante dell’esperienza di viaggio dei nuovi modelli automobilistici e, grazie ad Audi, muoversi su strada sta diventando un’esperienza sempre più intelligente.

 

Si parlerà anche di questo a Milano il 26, 27 e 28 maggio in occasione della quinta edizione del Wired Next Fest, il più importante evento italiano dedicato alla cultura dell’innovazione. Evento in cui Audi partecipa come protagonista. A ciascun incontro, sono attesi moltissimi ospiti appartenenti alle più diverse discipline, arti e scienze. Lo scopo è quello di scandagliare il presente in cerca di tracce del futuro. Tema delle tre giornate è l’identità – degli individui, delle aziende, dei governi – e la prima giornata, in collaborazione proprio con Audi, è focalizzata interamente sull’Intelligenza Artificiale. Se ne discuterà a lungo durante incontri e dibattiti presso i Giardini Indro Montanelli e ci sarà anche la possibilità di toccare con mano le nuove tecnologie legate all’A.I. Nel corso della prima giornata del Wired Next Fest, infatti, oltre a performance artistiche, workshop e attività per bambini, ci saranno spazi dedicati interamente a test drive dei nuovi modelli Audi che applicano le tecnologie relative all’A.I. e sfruttano i sistemi di Intelligent Assistance per la guida.

 

 Audi, attraverso la ricerca e lo sviluppo delle conoscenze legate all’A.I., sta vivendo un periodo di incredibile evoluzione e trasformazione. I nuovi modelli di automobili sfruttano, infatti, le nozioni più all’avanguardia sul funzionamento del cervello umano in interazione con le tecnologie in un dialogo continuo per rendere la guida sempre più sicura e assistita da dispositivi impeccabili. La ricerca avanzata, gli algoritmi più sofisticati, le macchine più intelligenti sono tutti elementi che contribuiscono a dare alla vita umana, e nello specifico quella di chi guida, il giusto valore proteggendola dai rischi legati alla mobilità su strada. E non solo: l’obiettivo ancora più ambizioso per Audi è quello di rendere ogni viaggio sicuro e, perché no, indimenticabile.

 

Wired Next Fest è a ingresso libero e gratuito e tutte le informazioni si possono trovare qui:

nextfest.wired.it