La montagna parla, insegna, rivela. La sua voce vibrante, dolce e severa allo stesso tempo, arriva dritto al cuore. Racconta di un mondo da riscoprire e proteggere. Parla di un ambiente dal futuro a rischio che, con le scelte giuste e il necessario impegno, può e deve essere ancora salvato. E parla di noi, con il nostro carico di responsabilità, ma anche con la possibilità e con i mezzi per fare finalmente ciò che è necessario e giusto.

Siamo tornati a Madonna di Campiglio per apprendere ancora una volta questa lezione e per riprendere le fila di una collaborazione tra Audi e gli stakeholder del territorio, già iniziata e proficua; per definire i prossimi passi da intraprendere in quello che, come ricorda il direttore di Audi Italia Fabrizio Longo, non è solo il laboratorio perfetto per costruire un modello vincente di mobilità sostenibile, ma anche e soprattutto “un luogo del cuore e dell’anima”. Il territorio ideale dove mettere a terra progetti che cambieranno il modo stesso di intendere la mobilità.

La nostra presenza qui testimonia ancora una volta il cambio di pelle che l'industria dell'auto sta attuando negli ultimi 10 anni - spiega infatti Longo - perché oggi non può più esistere un'idea di mobilità che non sia integrata dalla piena sostenibilità.

Laddove gli altri preferiscono limitarsi a una mera sponsorizzazione, per Audi la parola d’ordine è “partnership”: con l’Azienda Per il Turismo, principale interlocutore sul territorio che riunisce e rappresenta pienamente tutti gli stakeholder della zona. E alla cui guida c’è Adriano Alimonta, un uomo per cui dire “montagna” è semplicemente un altro modo per dire “casa”.

ART-1-AlimontaLongo.jpg

Con i Comuni, a partire da quello di Pinzolo e dal suo sindaco Michele Cereghini, che rappresentano identità e valori delle molte e diverse comunità presenti nella provincia.

Art1cereghini.jpg

Con il parco Adamello-Brenta, che racchiude e protegge una delle regioni montuose più belle al mondo. E che, come spiega il suo presidente Joseph Masé, dopo 50 anni dalla sua creazione è oggi un laboratorio di tutela attiva del patrimonio naturale. Una realtà che «trova in Audi il partner ideale”, e che presto ospiterà l’ 8° Conferenza Internazionale dei Geoparchi Mondiali UNESCO: un momento di confronto scientifico che rappresenta anche una straordinaria occasione di visibilità per il parco trentino, durante la quale Fabrizio Longo avrà l’opportunità di raccontare a un pubblico d’eccezione «il grande cambio di paradigma in corso all'interno del mondo dell'auto».

Art1mase.jpg

E poi, ancora, con le Funivie Madonna di Campiglio Spa, guidate da Francesco Bosco, che si configurano come esempio di imprenditorialità virtuosa, capace cioè creare ricchezza nel pieno rispetto del patrimonio naturale, del quale si prende cura in maniera attiva e responsabile.

Art1Bosco.jpg

Alimonta, Cereghini, Masè, Bosco: li abbiamo incontrati, ci siamo confrontati con loro, abbiamo raccolto e condiviso la loro visione. E’ tutto qui, nero su bianco.