Grazie alle tecnologie avanzate di guida assistita realizzate dalla Casa dei quattro anelli, il prototipo A8 è in grado di occuparsi a 360 gradi di chi si mette ogni giorno al volante e si sposta su strada. Come avviene questa rivoluzione alla guida? La risposta è semplice ma al tempo stesso è il frutto di studi articolati. E si può riassumere in una sigla: AI – Artificial Intelligence. È proprio l'intelligenza artificiale la chiave delle ultime innovazioni in casa Audi, che passano ogni giorno al vaglio di gruppi di professionisti ai vertici del settore e approdano su strada al servizio di un'esperienza di guida funzionale.

 

Nella pratica, ciò che avviene nel prototipo A8 è l'effettivo passaggio dal livello 2 al livello 3 di guida, secondo la classificazione della SAE International Automotive. Tale scatto sancisce l'inizio della guida che si può considerare autonoma, passando da una guida ad automazione parziale, in cui la direzione e il controllo del traffico restano esclusive del guidatore, a una guida ad automazione condizionata. Con il livello 3 l'auto è dunque in grado, letteralmente, di guidare da sola*.

 

L'intelligenza artificiale, quindi, al livello 3 si occupa della gestione delle operazioni dirette di guida, dal cambio di corsia alla risposta ai segnali esterni, dall'accelerazione alla frenata, al movimento stesso delle ruote. L'uomo, tuttavia, pur potendo staccare le mani dal volante, continua a ricoprire un ruolo essenziale. Al livello 3, infatti, chi guida, così come i passeggeri, ha la possibilità di ridare valore al proprio tempo ad esempio dialogando, utilizzando il tablet, ascoltando musica. Tuttavia, in caso di eventi inaspettati, l'uomo è sempre messo nelle condizioni di rispondere alla richiesta di intervento da parte del sistema e riprendere immediatamente il controllo dell’attività di guida*.

In questo modo, Audi è riuscita a creare una completa collaborazione tra uomo e tecnologia. Con la nuova Audi A8, la Casa dei quattro anelli supera il concetto di assistenza: permette di entrare in connessione con un essere intelligente, ovvero l'auto, e di operare insieme. Un essere che è un dispositivo mobile interattivo, collegato a ciascun pilota e integrato con il mondo esterno.

Con Audi AI Traffic Jam Pilot, Audi A8 è in grado di gestire partenza, accelerazioni, sterzate e frenate in autonomia. La parola chiave di queste caratteristiche tecnologiche avanzate è un comune denominatore: protezione. Chi guida ha bisogno, attimo dopo attimo, di sentirsi al sicuro e con A8 ciò accade in ogni fase del percorso.

 

E l'assistenza alla guida non si limita alla gestione sul tragitto. Grazie ad Audi AI Remote Parking Pilot e Audi AI Remote Garage Pilot, il supporto continua durante il parcheggio anche all’interno di un garage. "Guida assistita" in questo senso fa rima con sicurezza anche quando si arriva a destinazione. Parcheggiare, con il modello A8, diventa allora un'esperienza facile e rapida. L'ottimizzazione dei tempi, infatti, è uno degli obiettivi perseguiti in Audi e con A8 è diventata una priorità.

A tutto questo Audi aggiunge il suo segno distintivo. Con A8 ha portato al massimo dell'eccellenza tutte le funzioni "touch" del veicolo. Il sistema MMI, già presente dal 2002, oggi ha intrapreso un upgrade innovativo, diventando MMI plus: la piattaforma modulare touch di ultima generazione. Gli ingegneri che hanno lavorato allo sviluppo di tale sistema di navigazione sostengono che non sia sufficiente, in un veicolo, un buon touchscreen. Su A8 il lavoro è stato, dunque, quello di renderlo anche completamente sicuro. Basta poco, infatti, a distrarre il guidatore e questa evenienza, con il prototipo Audi A8 e le tecnologie in esso disponibili, non è contemplata.

Le innovazioni tecnologiche presenti in A8 hanno a che fare, dunque, in massima parte con la digitalizzazione: la Chiave Audi connect consente proprio l’accesso digitale all’auto e il sistema operativo MMI touch response traduce tasti e bottoni in puri strumenti digitali. Con Audi, il digitale non è più il futuro ma fa parte del presente. Basti pensare alle diverse applicazioni delle nuove app create nella Casa dei quattro anelli. Con l’App myAudi, A8 va incontro a qualsiasi necessità o desiderio del cliente rendendo il momento della guida funzionale in ogni situazione. Un esempio per tutti è il dispositivo myAudi Navigation, utile quando ci si trova in una città sconosciuta. Orientarsi senza intoppi sarà la norma grazie alle innovazioni visive delle mappe – aggiornate ogni anno – e delle indicazioni precise al millimetro.

*I sistemi di assistenza possono funzionare solo entro i limiti del sistema stesso e servono solo come supporto per il conducente. Il conducente continua a essere l’unico responsabile della guida e pertanto deve prestare sempre la necessaria attenzione.

Il sistema di guida di livello 3, per essere adottato, necessita di un adeguamento e una sperimentazione del sistema specifici per ogni singolo Paese, oltre a condizioni legislative ben definite.  Considerando che le norme in materia sono diverse tra le varie nazioni, l’introduzione di tale sistema su A8 sarà progressiva, in base alle disposizioni di legge in vigore nei singoli Paesi.