Ogni giorno le aziende fronteggiano sempre maggiori problemi nella ricerca dati custoditi negli archivi digitali sia per strutture dati rigide e obsolete sia perché le informazioni sono distribuite e di provenienza variabile: documenti tutti diversi che è difficile archiviare in maniera tradizionale.

Reperire l'informazione, anche se presente, diventa a volte impossibile e i criteri rigidi di archiviazione non permettono di aggiornare rapidamente le categorie preesistenti. Inoltre ricercare per corrispondenze esatte porta a trascurare possibili risultati, con conseguente perdita di tempo e di conoscenza.

L’informazione giusta. Al momento giusto.

Nexus è il software di Nemoris per archiviare automaticamente, in modo istantaneo e intuitivo, i documenti digitali e favorirne la ricerca.

Nexus si basa sulle recenti tecniche di archiviazione semantica per acquisire i dati significativi del documento testuale e inserirli in strutture flessibili che permettono una ricerca più efficiente di quella di un semplice motore di ricerca.

Nexus si occupa di interpretare il documento da archiviare, ne estrae i dati salienti e lo inserisce nel giusto contesto e nelle categorie specifiche a cui è correlato, con un notevole risparmio di tempo e minimizzando l'intervento necessario da parte dell'utente.

I documenti archiviati possono essere file a contenuto testuale in ogni formato, fatture, contratti, documentazione, scansioni, mail, pagine web ma anche immagini o file audio con metadati significativi.

Inoltre fare ricerche è estremamente semplice ed efficiente: i dati sono disponibili sia per argomento che per contenuti rilevanti. La ricerca non avviene solo per corrispondenze esatte ma viene espansa ed interpretata rispetto al contesto di riferimento.

Meno carta. Più conoscenza.

Risparmio di tempo per archiviare: un click e via, a reperire l'informazione e inserirla nelle giuste categorie ci pensa il software.

Facilità nel reperire i documenti digitali: un unico sistema per file di ogni tipologia e ricerca libera senza dover predefinire le informazioni che saranno utili in un secondo momento.

Flessibilità del sistema : basta modificare le ontologie, ossia i vocabolari su cui si basa l'archiviazione semantica, per aggiungere informazioni ai documenti già archiviati.

Applicabilità: i documenti possono avere diversa origine e formato: pdf, scansioni, documenti di testo, ebook, email, documenti web etc.

Perché l’archiviazione semantica?

Ricerche complesse: la ricerca non si limita alla parte testuale ma riesce a reperire cosa l’utente sta cercando al di là dei termini utilizzati, tramite l'espansione dell'area semantica di riferimento.

Organizzazione: è possibile implementare diverse viste sull'archivio che organizzino i file a seconda del loro contenuto o della tipologia di accesso e non solo della struttura iniziale dell'archivio.

Velocità di ricerca: la ricerca testuale o per componenti semantiche anche su un numero elevato di documenti è estremamente efficiente rispetto ai normali sistemi di archiviazione documentale..

Rating: è possibile inserire meccanismi di classificazione per avere i risultati più significativi per settore.

Capacità di inferire informazioni secondarie: tramite l'analisi dei risultati semantici si possono estrarre automaticamente informazioni aggiuntive per schemi, mappe logistiche, localizzazione clientela, frequenza di certe tipologie di risultati etc.

Applicazione su archivi preesistenti: la componente semantica può affiancare database strutturati o semplici repository di file.